The last days

Gli ultimi due giorni sono stati intensi e ricchi di emozioni a partire dall’audizione di 4 livello online, che probabilmente non passerò perché JB e io abbiamo ritardato il secondo cambio sui posteriori di 4 falcate,  e della consegna dei risultati del corso. Giovedì è stata una giornata di attesa, la mattina ad attendere che fosse il mio turno per fare l’audizione facoltativa, tutto il pomeriggio aspettando che chiamassero ognuno di noi per la consegna degli score finali. Il mio turno era alle 15 e, nonostante non lo credessi possibile, ho cominciato a sentire l’ansia che saliva dentro di me intorno alle 14. Per distogliermi dal pensiero ho fatto due chiacchiere con Maria, la nostra amica che ci ha aiutato a studiare per il test teorico, alla fine è giunta l’ora e sono uscito sul porticato dove Margit e Michelle mi attendevano. Un accoglienza calorosa mi ha fatto capire che tutto era andato per il meglio. Sorridenti e soddisfatte mi hanno fatto i complimenti dandomi la score card e congratulandosi con me per tutto quello che avevo fatto e per lo sforzo doppio, per la lingua, che avevo messo nella partecipazione a tutte le attività del corso. Sono passato con un bel punteggio e sono ammesso sia alla classe di externship sia a quella di class room per la prima stella, starà a me la scelta. Meglio di così non poteva andare. Ieri, venerdì, invece è stata una giornata poco interessante anche se stancante, al mattino praticamente non abbiamo fatto nulla, solo foto di congedo, un video dove sono stati raccolti tutti i migliori momenti del corso e un po’ di relax con i nostri cavalli. Nel pomeriggio abbiamo vuotato la tack room dove tenevamo tutta la nostra roba e caricato i cavalli nei rispettivi trailer per il viaggio verso casa. Neanche a farlo apposta proprio nello stesso momento è venuto a trovarci il solito temporale quotidiano, che di solito arriva alle 16 ma giustamente ieri è arrivato alle 14. Così siamo stati fino alle 15.30 sotto l’acqua e la grandine. Tornati a casa e cambiatici di abito, dopo una doccia calda, siamo ripartiti per Pagosa dove alle 17 i nostri istruttori facevano una dimostrazione presso una fiera del bestiame. La serata è finita a cena con i nostri amici italiani dell’externship in un ristorante di Pagosa dove fanno della buonissima carne. Credo sia stata la mia migliore cena da quando siamo in Colorado. E’ sabato mattina, sono passati ben 33 giorni da quando sono partito dall’Italia e non mi sembra che ieri quando sono arrivato. Sono stati giorni importanti per me e per la mia horsemanship. Ogni volta che viaggio mi sento sempre arricchito quando torno a casa, ma questa volta il viaggio ha assunto un sapore completamente diverso. Non è stato un viaggio come gli altri, a partire dal fatto che praticamente non ho avuto il tempo...

Read More »