Chi Siamo

I Soci fondatori dell’associazione di equitazione naturale in provincia di pisa, e precisamente a Staffoli, sono Sergio Matteoni e Simona Biagini, nel 2010 hanno conseguito il brevetto di Tecnico Guida di Secondo livello di Equiturismo, pertanto tra gli interessi dell’Associazione c’è anche quello di promuovere il turismo equestre di passaggio sulla via
Francigena.

Sergio Matteoni dal 2017 è diventato  Istruttore Parelli , e tiene corsi parelli in toscana, corsi parelli in Italia ed all’estero. Tiene lezioni private di Parelli Naturalhorsemanship sia al Lischeto Ranch, sia in altri maneggi.

Lo scopo principale è quello di diffondere un nuovo modo di vivere il cavallo, ovvero Parelli ci insegnerà come instaurare un vero rapporto di fiducia e rispetto con esso, attraverso il lingaggio naturale che i cavalli usano tra di loro per comunicare.

 

 Sergio Matteoni

image

Nato nel 1969 a Fucecchio all’età di 20 anni iniziò il suo percorso di “studio” nel mondo dell’equitazione, in origine al solo scopo di divertirsi a fare passeggiate nei boschi e si accorse presto che provava un piacere immenso a passare del tempo con i cavalli, ciò lo spinse ad approfondire questa sua passione dedicandosi allo studio del mondo del cavallo in tutti i suoi aspetti, nel suo modo di relazionarsi con i suoi simili e dei sistemi che l’uomini avevano usato ed usano per addestrarlo e per usarlo come mezzo di trasporto o di lavoro. Iniziò a studiare i primi trattati di Senofonte dell’antica Grecia per poi passare a scritture più moderne dell’Alta Scuola Spagnola fino ad arrivare ai libri più tecnici di “tecnica western” passando dall’equitazione naturale di Caprilli. Alle letture affiancò esperienze tangibili con vari Cavalieri di levatura nazionale ed addestratori di professione come Foresto Innocenti, Alessandro Nesi e Bernardo Sarao che seguiva dedicandogli tutto il tempo libero che poteva ritagliarsi dal lavoro, facendo svariate centinaia di Km al mese per andare a subire (è il caso di usare questo vocabolo) lezioni anche dure in termini di modi e ad orari estremi come la sera fino a notte fonda, per cercare di carpire in ogni modo qualsiasi esperienza, sistema o metodo che lo portasse ad insegnare più facilmente ad un cavallo quello che lui voleva che facesse. Questo percorso lo portò nel 2000 ad affrontare le sue prime gare di Reining con un Cavallo completamente addestrato da lui, che pur non essendo morfologicamente adatto a tale sport gli dette enormi soddisfazioni ottenendo risultati migliori di cavalli di valore ed addestrati da professionisti esperti facendolo riflettere sui vari aspetti della comunicazione e del rapporto che si poteva avere con questo tipo di animale. In seguito continuò a migliorarsi partecipando a clicnic e corsi di formazione specialistici fino al 2006 anno in cui quasi per caso si avvicinò al programma Parelli Natural Horsemanship. Un programma che trovò subito molto vicino al suo modo di concepire il rapporto con i cavalli e che lo portò a ricominciare da zero e ad imparare un nuovo sistema di approccio con questo animale; finalmente un sistema che era vicino al suo modo di pensare, un sistema che poneva l’uomo come “guida” del cavallo e non come “padrone”, ed il cavallo come partner e non come “servo”. Gli piacque così tanto il metodo che inizio a fare corsi di aggiornamento in continuazione, cominciò a prepararsi per fare gli esami necessari per acquisire i brevetti ufficiali che attestano il livello di competenza raggiunto in questo programma ed in pochi anni raggiunse il 3° livello ad oggi posseduto da qualche decina di persone in tutta Italia. Nel 2009 partecipò alla Fiera di Verona al primo Torneo Nazionale a squadre dei Parelli Games (i Parelli Games sono gare specifiche per dimostrare l’abilità raggiunta in questo programma) portando a casa insieme con Simona ed ai loro due cavalli il 1° ed il 2° posto. Nel 2010 ha conseguito insieme a Simona il brevetto di 2 livello di Tecnico Guida di Equiturismo. Nel 2014 si è recato per 5 settimane in Colorado per studiare presso l’università Parelli. Il Parelli Institute di Pagosa Springs. In tale periodo ha anche conseguito il 4° livello in On Line (lavoro del cavallo da terra con con corde e lazo di varia lunghezza). Tornato dal Colorado a speso 9 settimane lavorando come Working student per l’istruttore Parelli 3 stelle Gianluigi Pini. Adesso sta continuando il suo percorso per conseguire il 4° livello anche nelle altre aree, dette savvy, che prevede il programma Parelli. Il 4° livello rappresenta il massimo livello al momento raggiungibile da uno studente del sistema Parelli Natural Horsemanship. Una parte del tempo libero che riesce a ritagliarsi dagli impegni quotidiani lo dedica ad aiutare cavalli recuperati da Associazioni benefiche a riprendere fiducia nell’uomo ed a trovare così piu facilmente una nuova casa[/learn_more] in tutti i suoi aspetti, nel suo modo di relazionarsi con i suoi simili e dei sistemi che l’uomini avevano usato ed usano per addestrarlo e per usarlo come mezzo di trasporto o di lavoro. Iniziò a studiare i primi trattati di Senofonte dell’antica Grecia per poi passare a scritture più moderne dell’Alta Scuola Spagnola fino ad arrivare ai libri più tecnici di “tecnica western” passando dall’equitazione naturale di Caprilli. Alle letture affiancò esperienze tangibili con vari Cavalieri di levatura nazionale ed addestratori di professione come Foresto Innocenti, Alessandro Nesi e Bernardo Sarao che seguiva dedicandogli tutto il tempo libero che poteva ritagliarsi dal lavoro, facendo svariate centinaia di Km al mese per andare a subire (è il caso di usare questo vocabolo) lezioni anche dure in termini di modi e ad orari estremi come la sera fino a notte fonda, per cercare di carpire in ogni modo qualsiasi esperienza, sistema o metodo che lo portasse ad insegnare più facilmente ad un cavallo quello che lui voleva che facesse. Questo percorso lo portò nel 2000 ad affrontare le sue prime gare di Reining con un Cavallo completamente addestrato da lui, che pur non essendo morfologicamente adatto a tale sport gli dette enormi soddisfazioni ottenendo risultati migliori di cavalli di valore ed addestrati da professionisti esperti facendolo riflettere sui vari aspetti della comunicazione e del rapporto che si poteva avere con questo tipo di animale. In seguito continuò a migliorarsi partecipando a clicnic e corsi di formazione specialistici fino al 2006 anno in cui quasi per caso si avvicinò al programma Parelli Natural Horsemanship. Un programma che trovò subito molto vicino al suo modo di concepire il rapporto con i cavalli e che lo portò a ricominciare da zero e ad imparare un nuovo sistema di approccio con questo animale; finalmente un sistema che era vicino al suo modo di pensare, un sistema che poneva l’uomo come “guida” del cavallo e non come “padrone”, ed il cavallo come partner e non come “servo”. Gli piacque così tanto il metodo che inizio a fare corsi di aggiornamento in continuazione, cominciò a prepararsi per fare gli esami necessari per acquisire i brevetti ufficiali che attestano il livello di competenza raggiunto in questo programma ed in pochi anni raggiunse il 3° livello ad oggi posseduto da qualche decina di persone in tutta Italia. Nel 2009 partecipò alla Fiera di Verona al primo Torneo Nazionale a squadre dei Parelli Games (i Parelli Games sono gare specifiche per dimostrare l’abilità raggiunta in questo programma) portando a casa insieme con Simona ed ai loro due cavalli il 1° ed il 2° posto. Nel 2010 ha conseguito insieme a Simona il brevetto di 2 livello di Tecnico Guida di Equiturismo. Nel 2014 si è recato per 5 settimane in Colorado per studiare presso l’università Parelli. Il Parelli Institute di Pagosa Springs. In tale periodo ha anche conseguito il 4° livello in On Line (lavoro del cavallo da terra con con corde e lazo di varia lunghezza). Tornato dal Colorado a speso 9 settimane lavorando come Working student per l’istruttore Parelli 3 stelle Gianluigi Pini. Adesso sta continuando il suo percorso per conseguire il 4° livello anche nelle altre aree, dette savvy, che prevede il programma Parelli. Il 4° livello rappresenta il massimo livello al momento raggiungibile da uno studente del sistema Parelli Natural Horsemanship. Una parte del tempo libero che riesce a ritagliarsi dagli impegni quotidiani lo dedica ad aiutare cavalli recuperati da Associazioni benefiche a riprendere fiducia nell’uomo ed a trovare così piu facilmente una nuova casa[/learn_more] in tutti i suoi aspetti,  nel suo modo di relazionarsi con i suoi simili e dei sistemi che l’uomini avevano usato ed usano per addestrarlo e per usarlo come mezzo di trasporto o di lavoro. Iniziò a studiare i primi trattati di Senofonte dell’antica Grecia per poi passare a scritture più moderne dell’Alta Scuola Spagnola fino ad arrivare ai libri più tecnici di “tecnica western” passando dall’equitazione naturale di Caprilli. Alle letture affiancò esperienze tangibili con vari Cavalieri di levatura nazionale ed addestratori di professione come Foresto Innocenti, Alessandro Nesi e Bernardo Sarao che seguiva dedicandogli tutto il tempo libero che poteva ritagliarsi dal lavoro, facendo svariate centinaia di Km al mese per andare a subire (è il caso di usare questo vocabolo) lezioni anche dure in termini di modi e ad orari estremi come la sera fino a notte fonda, per cercare di carpire in ogni modo qualsiasi esperienza, sistema o metodo che lo portasse ad insegnare più facilmente ad un cavallo quello che lui voleva che facesse. Questo percorso lo portò nel 2000 ad affrontare le sue prime gare di Reining con un Cavallo completamente addestrato da lui, che pur non essendo morfologicamente adatto a tale sport gli dette enormi soddisfazioni ottenendo risultati migliori di cavalli di valore ed addestrati da professionisti esperti facendolo riflettere sui vari aspetti della comunicazione e del rapporto che si poteva avere con questo tipo di animale. In seguito continuò a migliorarsi partecipando a clicnic e corsi di formazione specialistici fino al 2006 anno in cui quasi per caso si avvicinò al programma Parelli Natural Horsemanship. Un programma che trovò subito molto vicino al suo modo di concepire il rapporto con i cavalli e che lo portò a ricominciare da zero e ad imparare un nuovo sistema di approccio con questo animale; finalmente un sistema che era vicino al suo modo di pensare, un sistema che poneva l’uomo come “guida” del cavallo e non come “padrone”, ed il cavallo come partner e non come “servo”. Gli piacque così tanto il metodo che inizio a fare corsi di aggiornamento in continuazione, cominciò a prepararsi per fare gli esami necessari per acquisire i brevetti ufficiali che attestano il livello di competenza raggiunto in questo programma ed in pochi anni raggiunse il 3° livello ad oggi posseduto da qualche decina di persone in tutta Italia. Nel 2009 partecipò alla Fiera di Verona al primo Torneo Nazionale a squadre dei Parelli Games (i Parelli Games sono gare specifiche per dimostrare l’abilità raggiunta in questo programma) portando a casa insieme con Simona ed ai loro due cavalli il 1° ed il 2° posto. Nel 2010 ha conseguito insieme a Simona il brevetto di 2 livello di Tecnico Guida di Equiturismo. Nel 2014 si è recato per 5 settimane in Colorado per studiare presso l’università Parelli. Il Parelli Institute di Pagosa Springs. In tale periodo ha anche conseguito il 4° livello in On Line (lavoro del cavallo da terra con con corde e lazo di varia lunghezza). Tornato dal Colorado a speso 9 settimane lavorando come Working student per l’istruttore Parelli 3 stelle Gianluigi Pini. Adesso sta continuando il suo percorso per conseguire il 4° livello anche nelle altre aree, dette savvy, che prevede il programma Parelli. Il 4° livello rappresenta il massimo livello al momento raggiungibile da uno studente del sistema Parelli Natural Horsemanship. Una parte del tempo libero che riesce a ritagliarsi dagli impegni quotidiani lo dedica ad aiutare cavalli recuperati da Associazioni benefiche a riprendere fiducia nell’uomo ed a trovare così piu facilmente una nuova casa.

Simona Biagini

Nata nel 1974 a Uzzano iniziò a prendere le prime lezioni nel 2000 proprio da Sergio Matteoni, in poco tempo si accorse di avere anche lei questa grande passione per i cavalli ed iniziò a seguire Sergio nel suo percorso, assistendolo nelle gare di Reining e dal 2006 nello studio del Programma Parelli e nella sua applicazione sul campo.

Nel 2009 partecipò alla Fiera di Verona al primo Torneo Nazionale a squadre dei Parelli Games Games (i Parelli Games sono gare specifiche per dimostrare l’abilità raggiunta in questo programma) portando a casa insieme con Sergio ed ai loro due cavalli il 1° ed il 2° posto.

Nel 2010 ha conseguito insieme a Sergio il brevetto di 2 livello di Tecnico Guida di Equiturismo e nel 2011 ha coronato il suo percorso all’interno del programma Parelli Natural Horsemanship conseguendo il brevetto di 4° livello. Tutt’oggi continua a studiare a fianco di Sergio Matteoni istruttore Parelli, progredendo nella sa horsemaship e negli ultimi anni avvicinandosi alla monta inglese.

Nel Ranch, Simona si prende cura di ogni singolo cavallo, dedicando tutto il suo tempo, dalla pulizia giornaliera, alla somministrazione di terapie nei cavalli bisognosi, o dando semplici e piccole attenzioni ai cavalli che soggiornano al Lischeto